Analisi di fattibilità per l'outlet village "Il castello"

November 6, 2014

 

Il primo progetto di cui voglio parlarvi risale all'agosto del 2013 ed è una analisi di fattibilità commerciale relativa all’apertura dell'outlet village "Il castello" nei pressi di Bratislava, Slovacchia.

 

Anzitutto, cos'è una analisi di fattibilità commerciale? A che cosa serve?

Il senso è capire se e in che modo ha un senso portare avanti un progetto commerciale. Ed eventualmente individuare delle strategie per farlo risultare vincente.

 

In particolare, all'interno di questo progetto, mi sono occupata in toto di fare una ricerca di mercato che toccava più punti:

  • Definizione del bacino d’utenza

  • Analisi del bacino rispetto alle caratteristiche dell’offerta commerciale presente

  • Analisi del bacino rispetto alla numerosità e alle caratteristiche della popolazione 

  • Analisi dei flussi turistici nell’area di Bratislava

  • Analisi SWOT (punti di forza e di debolezza del progetto in sè, opportunità e minaccie rispetto al mercato)

  • Sviluppo di proposte strategiche rispetto alla proposta commerciale e di intrattenimento dell’outlet village.


Ho svolto l’attività di ricerca utilizzando internet, un questionario quantitativo ed in loco, visitando la concorrenza ed effettuando una analisi basata sull’osservazione degli stili, dei usi e dei costumi dei potenziali clienti.

 

Ciò che è emerso è che gli Slovacchi sentono di condurre uno stile di vita del nostro Paese; inoltre, nel loro immaginario, Italia significa ricordi di vacaza ed estate. Per loro, il centro commerciale è in primis un luogo di incontro, infatti non manca mai l'area ristorazione e relax, dove si trova spesso anche il cinema.

Inoltre la posizione del centro è particolarmente buona e favorevole per attirare la popolazione di Bratislava, i turisti della "Strada del vino" che dei "Laghi del sole" e, anche, i visitatori dell'outlet austriaco di Parndorf, a solo un'ora di strada ma con prezzi maggiori e orari meno agevoli.

 

Quanto suggerito è stato, quindi, di offrire un mix di marchi italiani e di strutturare una proposta culinaria e di intrattenimento in forte stile italiano, così da richiamare l'idea di vacanza e di "bella vita". 

 

Si è trattato di un progetto estremamente e stimolante per me in quanto mi ha consentito di approfondire con una realtà estera che non conoscevo assolutamente e che mi ha lasciato piacevolmente colpita.

 

 

 

P.S.: Il progetto è stato richiesto dalla società di consulenza B&G Suisse ed è stato sviluppato, rispetto alla parte creativa e grafica, dall'agenzia Communication Juice, con la quale collaboro.

 

 

Please reload