"Il mio primo cliente sono io" parola di La BarBs

June 24, 2015

Il primo ricordo che ho di Barbara risale ad una sera estiva di 5 anni fa. Ricordo una infinità di braccialetti e di collane addosso a lei; ricordo charms, colori e tantissima energia!

 

E lei è ancora esattamente così! Con una piccola differenza: di quella passione per bracciali e collane ne ha fatto un lavoro da settembre dello scorso anno.

I riscontri tra le aficionados non sono fatti attendere ed è proprio per questo che le ho chiesto di raccontarci la sua storia e il suo punto di forza con le clienti!

 

Come dicevo, La BarBs, il marchio che ha creato per i suoi gioielli, nasce a settembre del 2014 come risultato della crisi: commerciale da sempre si trova a casa nel 2013 e deve decidere cosa fare della sua vita.

Una cosa a cui non vuole rinunciare assolutamente è la bigiotteria che le piace acquistare e indossare per sentirsi unica e speciale. E perchè non iniziare a costruirsela???

 

Il passo successivo è semplice? Così lo vorrebbero le favole! E tutto sommato forse è anche così! La famiglia, le amicizie, incontri nuovi e vecchie conoscenze danno la carica e l'inizio concreto a questa avventura che, giorno dopo giorno, si trasforma in un lavoro.

 

Ed ora, lascio la parola a Barbara.

 

Iniziamo con la domanda più facile: qual'è il tuo prodotto di punta?

"Ho iniziato con le collane: mi permettono di dare più sfogo alla fantasia perchè c'è più spazio per alternare pietre, perle e charms di forme e colori diversi. E poi fanno parte di me! Poi ho proposto anche i braccialetti, in abbinamento con le collane o da soli.

Qualche volta ho fatto anche anelli e orecchini ma sinceramente non li sento oggetti miei per cui li creo solo su commissione"

 

Dove trovi ispirazione?

"Cerco di rispettare una sola regola: bassa spesa, per me e per le mie clienti, e zero scarti.

Ciò che mi ispira è la richiesta delle clienti: ogni pezzo è unico perchè nasce dal confronto con la cliente, che mi racconta cosa le piace, quali sono i colori che preferisce, i simboli e i significati che le stanno a cuore, le occasioni d'uso in cui in cui porta la collana o il bracciale. 

Da questo, poi, parto alla ricerca dei materiali, nei mercatini, tra le vecchie collane, su internet. Uso prevalentemente legno, cuoio, pietra lavica, vetro e cristalli."

 

Modelli esclusivi e personalizzati, quindi! Hai anche qualcosa di pronto?

"Si certo, in realtà sono anche quelli unici ma nascono dalla mia creatività e fantasia. Li ho fatti quando ho iniziato a partecipare ai mercatini come test, per vedere se le mie creazioni piacevano.

C'è da dire che ho fatto anche delle copie ma sempre in seguito a richiesta esplicita; tanto per fare un paio di esempi, un gruppo di amiche ha voluto lo stesso bracciale come simbolo del loro legame e una signora mi ha chiesto la stessa collana in colori diversi".

 

E a proposito di clienti, chi sono le persone che acquistano La Barbs?

"Sono felice di vedere quanto siano eterogenee: le ragazze e le donne con meno possibilità economiche riescono ad acquistare qualcosa che le fa sentire speciali a un costo accessibile; le ragazze e le donne benestanti hanno un oggetto unico. 

Di recente, ho avuto richieste anche da uomini, per se stessi!

La soddisfazione maggiore, in ogni caso, deriva dal fatto che chi ha fatto un acquisto mi chiama per farne altri o da il mio numero ad altre persone che vogliono avere il loro gioiello".

 

Immagino la soddisfazione! E cosa piace di più di La Barbs? Qual'è la cosa che le fa tornare e che ha fatto avviare il passaparola?

"Non mi voglio ripetere ma credo che come prima cosa, piace il non avere qualcosa fatto in serie. E poi credo di piacere io, il mio stile: sono curiosa e positiva, ci metto il cuore e questo viene percepito.

Per me, metterci il cuore significa essere professionale, curando ogni singolo dettaglio, ed essere disponibile, che si traduce in consegna a mano del sacchettino e in rifare a costo zero (per la prima volta) il pezzo che si rompe incidentalmente.

Il fatto è che io sono la mia prima cliente e tratto le mie clienti esattamente come vorrei essere trattata io! Creo le cose per gli altri come fossero per me e questo mi rende sicura di vendere qualcosa di "fatto bene". Tanto per dire, mi è capitato una volta di non vedere gli occhi a cuore in una cliente e così non le ho voluto lasciare il bracciale ma gliel'ho rifatto perchè la volevo sapere felice.

Per fortuna non ho trovato persone che ne abbiano approfittato!"

 

Come ti fai pubblicità? Quali strumenti usi?

"La prima pubblicità sono io e le mie clienti! Non hai idea di quante richieste ho ricevuto solo perchè le persone hanno visto La Barbs addosso a qualcuno!

E poi, i social. Uso soprattutto Instagram, Pinterest e Facebook: faccio io le foto e le pubblico, descrivendo l'emozione legata a quel pezzo. Ho anche un sito ma lo curo un pò meno: i social sono più immediati per me che faccio tutto con il cellulare!"

 

Un'ultima domanda: come vedi te stessa e La Barbs tra qualche anno?

"A me piacerebbe diventare la "sarta della collana", con tanto di laboratorio aperto al pubblico e delle esposizioni in giro e, parallelamente, vorrei ampliare il numero di negozi dove portare qualche pezzo pronto. 

In realtà, ho già delle idee nel cassetto su come sviluppare questa attività ma per scaramanzia le tengo per me. E se non dovesse andare bene, mi sono rialzata una volta. Non ho motivo di pensare che io non riesca a farlo una seconda!"

 

Che dire..se volete vedere le altre creazioni di La Barbs, qui trovate il link a tutti i suoi profili! Non vi resta di fare altro che visitarli e di trasformare anche voi stesse in La Barbs!

 

Web site: www.labarbs.it

Facebook

Instagram

Pinterest

 

 

Please reload